Ultimi articoli

Tassonomia e SEO

La scorsa volta ho parlato del concetto di categorizzazione e di una potenziale implementazione da parte di Google di un algoritmo per la classificazione della pagine secondo delle categorie. Ho parlato insomma di tassonomia, una parolaccia questa che forse in pochi conoscono e che prima di continuare è bene guardare cosa voglia dire. La tassonomia...

Leggi in 6 minuti.

Categorie come fattore di ranking

Google ha al suo attivo così tanti brevetti che si fa una certa fatica a stargli dietro ed è quasi un'attività che bisognerebbe fare a tempo pieno, se non fosse che i vari brevetti depositati certo non sono una indicazione di come l’algoritmo funziona allo stato "attuale". Tuttavia sono un chiaro segnale di come l’algoritmo potrebbe aver funzionato...

Leggi in 2 minuti.

Google Webmaster Tools e le percentuali nelle query di ricerca

Google Webmaster Tools si sta facendo ogni giorno piu’ sofisticato, inutile negarlo. Una delle recenti variazioni, come ha fatto notare [FortuneCat][100], riguarda la modifica del report “Query di ricerca”. Una modifica questa che non si nota immediatamente, se non entrando nel report stesso. Infatti, molti hanno l’abitudine di soffermarsi un p...

Leggi in meno di un minuto.

I risultati espansi di Bing

In questi giorni si è fatto un gran parlare di Bing, specie perché il 24 agosto scorso il motore ha finalmente ultimato la "fusione" dei suoi algoritmi con Yahoo!, iniziando ad usare la sua struttura e i due database per servire entrambe le "popolazioni" di utenti che recenti stime danno intorno al 20% (almeno nel mercato EMEA). Non si tratta certo...

Leggi in 2 minuti.

Google Alerts e i guai della localizzazione

I guai della localizzazione non si fermano solo alla corretta configurazione del proprio computer o delle cartelle del proprio sito, ma impattano un pò tutti quanti i servizi che quotidianamente utilizziamo.Sull'iPphone, per esempio, una volta mi sono dimenticato di impostare correttamente la visualizzazione degli appuntamenti nell'ora della timezone...

Leggi in 2 minuti.

QuickOffice e la cattiva gestione dei social media

Lo sbaglio più grande che fanno le aziende online é quello di pensare di essere più furbe dei propri utenti. Utenti che, nel loro "innocuo" gesto di lasciare un commento - su di un blog, forum o canale ufficiale dell'azienda quale Twitter o Facebook - cercano con l'azienda un confronto. Non si può volergliene a queste persone. Tutt'altro bisognerebbe...

Leggi in 4 minuti.