Link in ingresso: parte di una strategia vincente

Quasi due anni fa parlavo dell'importanza dei links in ingresso e dell'importanza della link building, generalizzando anche su altri aspetti legati a quello che è uno dei pilastri fondamentali del Web Marketing.

Nonostante i due anni, quanto scritto nell'articolo resta sempre attuale, segno che, nonostante l'evoluzione di Internet e del mondo del Search Marketing, le conoscenze base del settore sono (quasi) immutate.

Dopo aver creato infatti dell'ottimo contenuto, se non siete in grado di farlo notare, come potete sperare di riuscire ad emergere dal calderone di pagine che vengono proposte agli utenti quando questi fanno una semplice ricerca nei motori? Se lavorate poi in un mercato ad alta concorrenza, è d'obbligo fare in modo che il vostro sito acquisisca del traffico, altrimenti voi e il vostro sito non avrete raggiunto il vostro obiettivo finale, quello del ritorno economico.

Come fare dunque?

Analizzare i competitor può essere sicuramente - anche in questo caso - una valida strategia, perché parte del lavoro è stata già fatta. Ma questo non basta. E' necessario anche trovare nuovi link in ingresso.

Quando si parla di link in ingresso, tutto è ammesso nel gioco. Directory, blog, link da altri siti e chi più ne ha più ne metta. In questo processo, ci sono molto d'aiuto i motori di ricerca, che grazie ai loro operatori, ci permettono di ottenere delle SERP più raffinate in base a quanto stiamo cercando.

Ad esempio provate delle ricerche con "allintitle:keywords" o "allinurls:keywords" o ancora "allinanchor:keywords". Ne ricaverete degli ottimi punti di partenza per vedere non solo i vostri competitor, ma anche potenziali siti con i quali scambiare link e magari potenziali partner.

Il limite di Internet, del resto è solo la fantasia umana. Mi rendo tuttavia conto che tutte le volte, ripetere a mano sempre i soliti passaggi, può essere estremamente dispendioso in termini di tempo. E come me ne sono reso conto io, sicuramente lo avranno notato anche i ragazzi di SoloSeo che hanno realizzato questo simpatico tool che, data una keyword, esplode un numero elevato di collegamenti attivi verso i quattro principali motori di ricerca. Grazie a queste query, peraltro organizzate per categoria, potrete molto rapidamente arrivare ad ottenere dei risultati interessanti con i quali iniziare il vostro processo di link building.

Ovviamente, spiegate ai vostri clienti, che smontare la link building fa parte del vostro lavoro e non va assolutamente contro i loro interessi. Durante i prossimi post vi parlerò - nel limite del possibile - di come iniziare con la link building.

 2 Commenti

 Commento di Pedro  16 June 2009

L'ultima frase è decisamente importante, profetica o riassuntiva di tutti i possibili rapporti coi clienti, in particolar modo in settori ad alta concorrenza. E' difficile fargli capire che chi cerca un hotel a Cagliari, difficilmente deciderà di punto in bianco di spostare la sua vacanza o il suo viaggio di lavoro a Gallipoli... ma tant'è :-)

ciao!

Rispondi

 Commento di Andrea Moro  16 June 2009

Che dire Petro ... purtroppo l'ignoranza spesso la fa da padrone. Io non dico si debba conoscere tutto, ma se le cose non le sai, almeno statti zitto (non tu :) )

Rispondi

 Lascia un commento